Un natale senza governo…

Come era prevedibile l’annunciata fine del governo Monti ad opera della mancata fiducia del Pdl, ha generato sul mercato italiano un sentimento di sfiducia generale. L’oramai celebre Spread è salito a quota 360 punti e probabilmente non si fermerà fino alla data, ancora incerta,delle prossime elezioni politiche.
Una ripercussione sui mercati finanziari si paventava già al termine del discorso di Alfano,che annuciava l’appoggio non più totale alle politiche del governo tecnico.Il presidente del consiglio Mario Monti,dopo essere tornato in Italia, ha spiegato le ragioni delle sue imminenti dimissioni e si è mostrato sicuro sull’atteggiamento di totale sfiducia al suo mandato,mostrato alla camera dal segretario del Pdl Angelino Alfano.
L’attuale governo Monti è ancora in carica ,viste le recenti dichiarazioni del presidente del consiglio, che collocano le dimissioni dello stesso alla fine dell’approvazione della legge di Stabilità. Lo stesso Monti sembrava essere abbastanza scettico sulle diffuse voci che vedevano un ritorno di quella classe politica che l’ha preceduto,infatti per il presidente del consiglio non si può pensare di tornare indietro per poi poter progettare il futuro della nostra nazione. Eppure il ritorno di quella classe politica è imminente, infatti le recenti dichiarazioni di Pier Silvio Berlusconi fanno presagire ad un suo ritorno in campo politico, che come nel 1994 -quando attirò a sè la maggior parte del bacino di quell’elettorato socialista sfiduciato dalle inchieste di Tangentopoli – scende in campo per cercare di ridurre il gap che l’attuale Pdl ha con la compagine rappresentata,al momento, da Bersani e Vendola.

Le probabili tornate elettorali dovrebbero essere istituite in una data ancora da definire,ma tutto fa pensare che il periodo in cui queste dovrebbero svolgersi è a febbraio,tra il dieci o il diciasette a seconda della disponibilità delle stesse date; il tutto fa pensare che la scelta in questo senso di entrambe le date sia avallata dal Pdl che auspicava,prima della mancata fiducia al governo Monti, una collocazione in unica data delle elezioni politiche e delle elezioni regionali,soprattutto in Lazio.

In questo che viene a profilarsi come uno dei periodi più poveri- dal punto di vista dell’effettivo potere d’acquisto delle famiglie italiane- della nostra nazione, probabilmente si assisterà anche ad una storica campagna elettorale a colpi di violenza mediatica senza precedenti, sperando di non ricadere in quel vortice di promesse ed illusioni a cui siamo stati abituati da un ventennio a questa parte.

                                                                                Cibal

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

antea.r

.. tu m’as donné ta boue et j’en ai fait de l’or.

Senti, mento.

Cambio più umore che mutande.

Lorenzo Manara

Scrittore di romanzi con il cassetto pieno.

lestercromarty

The greatest WordPress.com site in all the land!

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

☆ Pensieri Sparsi di una Psicopatica ☆

●○•°La mia mente è un turbinio di parole sparse che cercano un senso°•○●

La notte porta consiglio

“Leggere è niente: il difficile è dimenticare ciò che si è letto” (Ennio Flaiano)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: