Il capitalismo marxista

La recente crisi economica ha messo in discussione quelli che sono i moderni schemi,le moderne teorie,i processi legati all’economia finanziaria.
Il capitalismo,nella sua matrice originaria,è sorto a partire dal passaggio da un’economia prettamente “di mercato” ad un’economia monetaria,che ha appunto permesso l’accumulo di quei capitali che con l’avvento poi della rivoluzione industriale hanno sancito la nascita dei capitalisti,figura più controversa nelle teorie economiche e nelle teorie sul lavoro.
Il capitalismo, è il processo economico attraverso il quale le moderne nazioni europee ed extra europee hanno sviluppato e programmato il loro futuro prossimo.
Ma alla luce della recente crisi, che ha portato numerose nazioni a dover rivedere i propri programmi di attuazione e di stabilità finanziaria nonchè le politiche sociali attuando misure impopolari , non sarebbe opportuno rivalutare una struttura diversa per le nazioni del futuro?

Il capitalismo,dalle sue origini era stato già ampliamente criticato. I suoi più accesi critici vanno ricercati maggiormente nelle teorie marxiste che a partire dalla fine del secolo 19°, mettevano in dubbio la sicurezza di questo nuovo modo di produzione e di politica per gli stati europei. Ovviamente i Marxisti sottolineavano il rapporto di conflittualità che c’era alla base del capitalismo,che propugnava le idee di sviluppo e di benessere mentre sfruttava la classe operaia per la produzione del “surplus”.Ma le idee alla base del Marxismo sarebbero così anacronistiche al giorno d’oggi?
Partiamo dal presupposto che ogni teoria è sempre valida nella maggior parte dei casi,se applicata al contesto in cui nasce.Però esistono numerose teorie,specie quelle economiche e sul lavoro,che nonostante la loro origine abbastanza “antiquata”, sono ancora oggi dimostrabili ed applicabili.
Prendendo in esame le teorie Marxiste,senza addentrarci troppo sulle idee di ineluttabilità della storia o di dittatura del proletariato quindi la relativa abolizione della proprietà privata oramai conosciuta maggiormente rispetto all’intera teoria di Marx, possiamo soffermarci sulla teoria sociologica e del lavoro presenti nelle opere di eminenti Marxisti,quali lo stesso Marx,Engels,o i neomarxisti Althusser e Gramsci.
Quando si parla di ideologia,a cosa ci si riferisce?
Secondo i marxisti l’ideologia rappresenta la “falsa coscienza”,ossi le idee della classe dominante. Se volessimo applicarle ai nostri giorni come potremmo ritrovare queste idee e con cosa le potremmo far conciliare se non con “i poteri forti”,o con “il potere delle banche”? Non è il senso comune che ci impone di pensare alle banche,come lo strumento in mano alla classe “borghese”,per organizzare la vita economica di una società,favorendo appunto la classe dominante?
Il pensiero secondo cui “il potere è determinato dalla proprietà dei mezzi di produzione” è difficile da riscontrare oggi?
Marx ovviamente fa riferimento al contesto in cui la società industriale era da poco sviluppata e quindi si riferisce alle numerose attività,aziende che erano sorte in tutta europa, ma oggi ,in un mondo dominato dall’economia, è difficile pensare che quei “mezzi di produzione” a cui si riferiva Marx, oggi siano ricercabili nelle strutture che non producono beni ma soldi? e se appunto il capitalismo,e quindi i capitalisti moderni,con la sua\loro “ideologia dominante” avesse\avessero assoggettato il popolo a credere a quei valori,fondati sul ruolo dell’economico,della finanza,tanto osteggiati oggi dalla maggioranza dei cittadini delle nazioni in “crisi”,che grazie alla “coscienza di classe” rifiutano i valori e le credenze statuiti dalla classe dominante??

Questo ancora non lo so.A mio avviso potrebbe essere una chiave di lettura diversa da quelle che si ascoltano nei vari salotti televisivi o istituzionali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

antea.r

.. tu m’as donné ta boue et j’en ai fait de l’or.

Senti, mento.

Cambio più umore che mutande.

Lorenzo Manara

Scrittore di romanzi con il cassetto pieno.

lestercromarty

The greatest WordPress.com site in all the land!

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

☆ Pensieri Sparsi di una Psicopatica ☆

●○•°La mia mente è un turbinio di parole sparse che cercano un senso°•○●

La notte porta consiglio

“Leggere è niente: il difficile è dimenticare ciò che si è letto” (Ennio Flaiano)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: